'I think I could turn and live with animals, They are so placid and self contained, I stand and look at them long and long. They do not sweat and whine about their condition, They do not lie awake in the dark and weep for their sins, They do not make me sick discussing their duty to God, Not one is dissatisfied, not one is demented with the mania of owning things, Not one kneels to another, nor to his kind that lived thousands of years ago, Not one is respected or unhappy over the whole earth'.
(Walt Whitman Leaves of Grass)

Nella silenziosa pratica del disegno risiede la chiave per accedere al senso del mondo e delle cose (John Berger)

giovedì 27 ottobre 2011

Zucche e zucchette

Quando siamo tornati da Venezia, sulla strada Romea all'altezza dell'Abbazia di Pomposa - Codigoro prov. di Ferrara c'erano dei rivenditori di zucche.
In realtà era un delirio di zucche, zuccone, zucchette,  frutti enormi  e mini zucche per gnomi.

Bellissime: arancio, gialle, verdi, bianche, screziate, a strisce, a puntini....tonde, lunghe, a fiasco, a serpente, fresce, secche ...
è la seconda volta che compro zucche in questa specie di negozio all'aria aperta e... per la seconda volta non ho resistito e le ho disegnate sul mio taccuino di viaggio Daler-Rowney

2 commenti:

  1. Caspita!!! sono superbe e non solo le zucche tutti questi tuoi disegni
    Shanghailady

    RispondiElimina
  2. grazie , ma ci siamo incrociate a Mestre?

    RispondiElimina